giovedž 18 ottobre 2018
 
Home arrow Altre notizie e novità arrow Regione Lazio, i prodotti tipici

Regione Lazio, i prodotti tipici Stampa E-mail
thumb_regione_lazio
prodotti_tipici_lazio
piantina_regione_lazio
La Regione Lazio

Questa regione conserva intatto il suo folklore e le sue tradizioni popolari, che si rivedono anche nella sua gastronomia, ricca di influssi etruschi, romani e arabi.

È la regione della Città Eterna, Roma, capitale della cristianità e sede del Papato, incomparabile luogo di capolavori architettonici e artistici dell' antichità.

Il Lazio è una regione anche di grande fascino naturalistico, grazie alla straordinaria varietà dei paesaggi: mare, spiagge, pinete, monti (come il Terminillo, che d'inverno diventa stazione sciistica), colline e pianure.

Ovunque il turista potrà trovare campeggi villaggi ben organizzati per trascorrere le sue vacanze. Ma il Lazio non ha solo Roma da vantare per le bellezze storico-artistiche; infatti, a Tarquinia, Cerveteri e Tuscanica ci sono, ancora oggi, le necropoli degli Etruschi (VII-VI secolo a.C.).

Le testimonianze della grandezza del popolo romano e delle successive epoche storiche sono innumerevoli fuori Roma: Rieti, Viterbo, Latina e Frosinone. Ricordiamo solo la splendida Villa Adriana di Tivoli (dove si trova anche la rinascimentale Villa d'Este), il secentesco Palazzo Barberini di Palestrina, la Cattedrale di Anagni ; le Abbazie di Montecassino, di Casamari, di Fossanova ed i monasteri di Subiaco, luoghi cari a San Benedetto da Norcia

 

 Prodotti Tipici della regione Lazio

Il Lazio è la regione dei sette colli, la regione dove sorge Roma, da millenni fucina illuminata di cultura e di grandi innovazioni. Nonostante una storia tanto gloriosa però, questa regione non è mai andata alla ricerca di una cucina troppo elaborata; al contrario, ha sempre cercato di esaltare al massimo i sapori delle sue terre e di mantenerli inalterati nel tempo.

In questa regione, la gente ha proprio la cultura della buona tavola, del vivere bene mangiando meglio.

Basti pensare alla PORCHETTA DI ARICCIA, succulenta carne di maiale cotta allo spiedo e condita con ogni tipo di aroma selvatico. Ai SALAMINI ITALIANI ALLA CACCIATORA , dal sapore piuttosto dolce e delicato a cui si contrappone il loro colore rosso vermiglio.

Ma, il piatto che più identifica la cucina romana è senza dubbio l' ABBACCHIO : carne di agnello, solitamente molto giovane, e per questo estremamente morbida. Il modo migliore per gustarne il sapore, è quello di cuocerlo sulla brace, aggiungendo solo qualche aroma. Sarà un vero trionfo per il palato, sentire questa carne morbidissima sciogliersi in bocca.

Per chi invece preferisce i formaggi, avrà solo l'imbarazzo della scelta tra il FIORDILATTE ed il PECORINO ROMANO : il primo è un formaggio a pasta compatta, ricavato da latte vaccino. Il secondo, invece, è un formaggio a pasta dura prodotto solo con latte fresco di pecora. Il sapore è decisamente più strutturato e lievemente piccante nella versione da tavola.

A tutte queste leccornie, non poteva mancare un pane da abbinare: il PANE DI GENZANO , un pane casareccio di origine contadina, che ben si sposa con la cucina regionale.

Ed infine, ricordiamo che il Lazio è anche un importante esportatore del CARCIOFO ROMANESCO , noto per le foglie ampie e succose e per i molteplici usi che se ne possono fare in cucina

 

Focus On



(C) 2018 Happy