sabato 20 ottobre 2018
 
Home arrow Prodotti alimentari arrow cereali-pane-pasta arrow Pane di Genzano di Roma

Pane di Genzano di Roma Stampa E-mail
thumb_pane_genzano
thumb_genzano
thumb_grano_1

Pane di Genzano Igp

Unico pane italiano che ha conseguito una Igp, legata al territorio di Genzano di Roma, è prodotto in ben 18 forni della città.

L’origine di questo pane non ha una data precisa ma è legato alla cultura alimentare contadina, come del resto in altre regioni italiane. Ma a Genzano il giorno della cottura del pane nel forno a legna (la soccia) era celebrato con una vera e propria festa.

Noto da sempre in tutto il Lazio, questo pane si caratterizza per l’uso del lievito naturale (che deve essere rinfrescato tutti i giorni mediante acqua e farina) e per la preparazione della “biga” (il piccolo impasto che fa da innesto) almeno due ore prima di impastare, in modo che abbia la giusta acidità. A ogni quintale di farina di grano si aggiungono 2 chili di sale, da 10 a 15 chili di lievito naturale, a seconda del periodo dell’anno, 70 litri circa di acqua. Si impasta per circa 20, 30 minuti dopo di che si lascia lievitare per un’ora. Il pane viene poi spianato, modellato in forma di pagnotte grandi o filoni, riposto in casse di legno, spolverato con cruschello o tritello e coperto con teli di canapa. Qui compie una seconda crescita: circa 50 minuti in un ambiente caldo e a giusta temperatura. Secondo il disciplinare la cottura può avvenire in forni sia a legna sia con diversa alimentazione – la qualità in ogni caso è migliore con l’utilizzo del forno a legna – e dura, a seconda del tipo di pezzatura, da 35 minuti a un’ora e 20 circa.

Per informazioni è possibile contattare il Consorzio Tutela Pane Casereccio di Genzano Igp, presso l’Enoteca Regionale di Genzano di Roma, in piazza della Repubblica 14 (tel. 06 93711345).

 

Focus On

Ditte segnalate



(C) 2018 Happy