mercoledž 23 maggio 2018
 
Home arrow Vini e bevande arrow Vini arrow I vini rosati

I vini rosati Stampa E-mail
rosato“...me lo ha detto il vin, e il vin non erra...”
Emilio Praga
Il termine "vino" prende origine dalla parola sanscrita vena (amare) da cui derivano anche i termini Venus eVenere.La scoperta, datata circa 5100. a.C. fu puramente casuale; solo successivamente, con gli Egizi, si ebberole prime e proprie piantagioni di viti, e poi con l’Impero Romano, si ebbe una diffusione del vino intutta la società, abbandonando lo status di bevanda elitaria.
Le prime normative riguardo la produzione, la conservazione e la classificazione del vino, risalgonoperò ai primi del novecento, e furono introdotti dalla Francia del primo dopoguerra.

Vino rosato
Il vino rosato si presenta all'aspetto di colore tra il rosa tenue, ilcerasuolo e il chiaretto; è generalmente caratterizzato da profumifruttati, e va consumato ad una temperatura di servizio compresa fra10°C e 14°C; al gusto prevalgono le sensazioni di leggera acidità, diaromaticità e di lieve corposità.
Di seguito sono riportati alcuni tra i vini rosati laziali più famosi ediffusi, classificati per tipologia, e con rispettive gradazioni alcoliche.
Castelli Romani rosato: 10,5%;
Cerveteri rosato: 11,5%;
Circeo rosato: 11%;
Colli della Sabina rosato: 11,5%;
 

Focus On



(C) 2018 Happy